B

Il biofiltro

Nel biofiltro le sostanze nocive vengono degradate in composti non tossici dal letto è costituito da uno speciale riempimento vegetale o minerale biologicamente attivo che mantiene per lungo tempo la struttura porosa di supporto ai microrganismi. Il materiale filtrante di supporto facendo passare l’aria nella sua struttura porosa, favorisce il contatto fra le sostanze inquinanti ed i batteri che garantiscono l’abbattimento.

Il biofiltro deve essere costituito da materiale biologicamente attivo, resistente alla compattazione, con una buona capacità di ritenzione idrica e relativamente privo di odore proprio.

Il biofiltro è costituito da una struttura di contenimento impermeabile, un sistema di diffusione dell’aria, un letto filtrante ed un sistema di mantenimento dell’umidità con monitoraggio, è prevista la possibilità di bagnare e comunque umidificare l'aria in ingresso e di rimuovere l'eventuale percolato formatosi.

Per assicurarsi il buon funzionamento dei biofiltri bisognerà controllare quotidianamente i parametri operativi, comeumidità e temperatura,  controllare le perdite di carico; - controllare la consistenza e l’altezza ed il consumo del letto filtrante; controllare il pH del letto filtrante ed eventualmente correggerlo, analizzare semestralmente l’odore e/o le concentrazioni in entrata ed in uscita per verificare il buon funzionamento, ripristinare e/o sostituire il materiale del biofiltro (all’incirca ogni 2 anni).

Funzionamento

Prima fase

L’aria da depurare viene condotta attraverso uno scrubber di prelavaggio e condizionamento dove sono create le giuste condizioni ambientali per lo sviluppo dei batteri. Nello scrubber l’aria viene depurata dalle impurità grossolane ed inumidita fino all’ottenimento del tasso di umidità propedeutico alla formazione dello sviluppo della flora batterica, successivamente l'aria viene inviata al biofiltro.

seconda fase

In arrivo dagli scrubber di lavaggio, attraverso il sistema di distribuzione portante (carico effettivo 12.000 kg/mq), il flusso d’aria viene distribuito su tutta la superficie della platea e ripartita uniformemente ed inviata al letto filtrante biologicamente attivo, attraversandolo lentamente dal basso verso l’alto.

Durante il passaggio del flusso d’aria nella massa filtrante vegetale o minerale le sostanze biologiche maleodoranti vengono distrutte e danno origine a composti inodori, come acqua e anidride carbonica.

Il materiale di filtrazione è da noi scelto in relazione al trattamento da effettuare ed alla caratterizzazione del flusso di ingresso previsto (analisi etc.), può avere origine vegetale o minerale opportunamente testato e  attivato biologicamente.

© TopClass 2014 - Developed by JWTheme